Case history
Bonifica e risanamento post incendio in ospedale

Quando l’emergenza colpisce chi è già in difficoltà, il nostro impegno è al massimo

Cosa è successo

Un incendio colpisce gravemente il reparto Dialisi dell’Ospedale “Edoardo Agnelli” di Pinerolo.

Le fiamme sono originate probabilmente da una delle macchine della sala principale, in cui sono presenti 10 postazioni per il trattamento dialitico. Il macchinario incendiato, il lettino accanto e parte dell’impianto elettrico sono irrimediabilmente distrutti; i densi fumi caldi e contaminati, alimentati dalla grande quantità di materiale plastico, invadono tutto il corridoio, i vicini ambulatori, gli uffici, le condotte dell’aria e i vani di servizio. Attraverso il doppio cavedio che ospita i cavi elettrici e telefonici, la contaminazione raggiunge anche altri piani dello stabile.

Alla gravità del danno, si aggiunge un altro problema, ben più grave: le cure non possono essere interrotte, la dialisi ha bisogno di continuità.

1

Come siamo intervenuti

Le strutture sanitarie della zona sostengono immediatamente l’Ospedale per garantire ai malati la cura di cui hanno bisogno.

I nostri tecnici, intanto, provvedono a rimuovere quanto irrimediabilmente danneggiato. Si dedicano poi alla bonifica delle UTA e delle condotte, utilizzando robot filoguidati e spazzole; gli impianti del controsoffitto sono accuratamente aspirati, trattati con detergente sanificante per superfici e incapsulati.

Questa attività richiede una particolare attenzione: data la tipologia della struttura è necessario essere assolutamente certi che la contaminazione sia riportata all’interno dei limiti di tolleranza previsti dalle linee guida e che non vi sia alcun residuo nelle condotte che possa veicolare nuova contaminazione.

Mentre alcune aziende produttrici di strumentazione medica donano all’ospedale le macchine andate distrutte, noi ci adoperiamo per risanare quanto ancora recuperabile: monitor e apparecchiature elettromedicali, quadri e impianti elettrici (che vengono in parte ricostruiti), letti, arredi, TV, condizionatori e faldoni contenenti documenti.

Il reparto è tornato perfettamente operativo – e perfino ritinteggiato con nuovi colori – in tre mesi.

2

Lavori in corso

3
4