Case history
Bonifica domestica in una villa danneggiata da incendio

Scoppia un incendio in una villa a due piani, le fiamme si sviluppano nello studio al piano terra dove è allestito un piccolo laboratorio di modellistica meccanica. Dopo l’incendio, rimane ben poco. Il danno maggiore è il fumo generato dalla combustione, che si  riversa nell’atrio e da qui nel salotto e nella zona pranzo. Una coltre patina nera dovuta alla fuliggine si deposita ovunque aggredendo gli infissi, i serramenti, le pareti, gli arredi, la boiserie e i tendaggi. Passando dalle scale, il fumo arriva al primo piano e si insidia in ogni angolo.

villaCattura 2

Queste sostanze sono nocive per l’uomo, attraverso il contatto o l’inalazione: si tratta di IPA, idrocarburi policiclici aromatici e micro-contaminanti organici. Le parti meccaniche ed elettroniche, anche se apparentemente pulite, sono a rischio di malfunzionamento se non viene rimossa la fuliggine insidiatasi al loro interno. Oltretutto,possono causare un corto circuito. È qui che entra in azione la squadra di per s.p.a., un team di tecnici specializzati nella bonifica e nel risanamento a seguito di danni da fuoco, acqua e contaminazione da fumo.

Quanto irrimediabilmente danneggiato, viene raccolto per essere poi smaltito secondo le corrette misure di sicurezza e le vigenti normative sullo smaltimento dei rifiuti. Le parti danneggiate verranno poi ricostruite. Protezioni temporanee in poliestere vengono usate per isolare i beni dalla possibilità di ulteriori danneggiamenti. Ogni materiale è trattato con un prodotto e una tecnica specifica.

Bonifica a umido. Dopo l’aspirazione vengono eseguite tamponature manuali con prodotti detergenti alcalini. Per superfici estese, si usano macchinari appositi, poi si risciacqua accuratamente. Tappeti, moquette e tessuti assorbono la fuliggine e trattengono l’odore. Per la loro pulitura, si utilizzano macchine ad iniezione ed estrazione, che rilasciano acqua diluti con un prodotto detergente alcalino, subito dopo aspirato. Il trattamento ridona pulizia e sanifica il tessuto, eliminando gli odori e i batteri. Le superfici in ceramica sono molto resistenti alle alte temperature: per neutralizzare l’acidità della fuliggine è consigliabile utilizzare prodotti alcalini. L’uso di prodotti impropri può macchiare lsupercifici. Per risanare il legno, si devono utilizzare olii o prodotti dalla composizione cremosa. per s.p.a. utilizza ben 20 tipi di prodotti chimici testati e certificati nei laboratori di chimica organica dell’Università di Pavia.

Infine, la tinteggiatura. Vernici auto-risananti albiossido di titanio, ad alto potere coprente. Alla fine, tutto è tornato come prima! Tutto è tornato al suo aspetto originario, con una pulizia chimica corretta, sicura per la saluta e la sicurezza delle persone. Anche l’aria non contiene più gas derivanti dalla combustione: per questo si utilizzano ozonizzatori che deodori zzano gli ambienti e sanificano l’aria. L’ozono è un gas molto reattivo e con un altissimo potere battericidica, con un’azione 3000 volte più potente del cloro. Ha una capacità ossidante in grado di sterilizzare l’aria e l’acqua. Diffuso nei locali accanto a tessuti o tappezzeria, elimina definitivamente i gas sprigionati dall’incendio, causa del cattivo odore.

villa

Il fuoco è solo un lontano ricordo!

Serivizi correlati