Servizi

Pulizia libri e recupero documenti cartacei

Grazie al servizio di pulizia libri, per è in grado di recuperare i beni e i documenti cartacei contaminati o danneggiati da fuliggine e fumi o da umidità in seguito a bagnamento diretto o a permanenza in locali con umidità relativa maggiore del punto d’equilibrio igroscopico del bene. Il bene cartaceo che non presenta un danno irreversibile può essere trattato e riacquistare una corretta pulizia chimica, recuperando completamente o in parte l’aspetto originario. La leggibilità di tutti i documenti che hanno subito un danno valutato reversibile è garantita.

Danni da umidità e bagnamento

La carta è un materiale fibroso con un buon grado di assorbimento dell’acqua (igroscopicità): per questo, in ambienti umidi, è facilmente soggetta a processi di degrado perché cattura le particelle d’acqua presenti nell’aria e le immagazzina nel suo tessuto come fosse una spugna. La prima conseguenza è l’aumento di volume e l’aspetto ondulato e corrugato. La carta, sottoposta a condizioni atmosferiche diverse da quelle del proprio punto di equilibrio igroscopico, perde consistenza e si sfibra, gli inchiostri perdono nitidezza e si crea un effetto “colla” tra i singoli fogli. Per questo motivo, a seguito di un danno, è opportuno conservare i documenti in locali asciutti e areati per evitare l’assorbimento di umidità e la conseguente deformazione fisica del bene. La permanenza prolungata in ambienti con alti valori d’umidità, inoltre, porterebbe con il tempo alla formazione di spore, al proliferare di muffe e al degrado irreversibile sia del tessuto cartaceo che degli inchiostri. per adotta tecnologie e procedure differenti in base al tipo di bene trattato, al danno subito, all’estensione e al tempo intercorso. Tutte le procedure messe in atto da per sono certificate dal Dipartimento di Chimica Organica dell’Università degli Studi di Pavia come metodologie idonee all’effettivo salvataggio e recupero di beni cartacei.

Danni da fumo e gas fuligginosi

L’incendio sviluppa una gran quantità di gas contenente pulviscolo fuligginoso e particelle nocive, come IPA e diossina, dannosi per la salute umana. La microscopica trama fibrosa della carta raccoglie queste particelle, rendendola un contaminante ad alto potenziale, fino a quando esse non vengono rimosse in maniera professionale. I beni contaminati dai fumi vanno isolati e gestiti con le opportune precauzioni: le particelle fuligginose sono rimosse tramite aspirazione e soffiaggio di aria compressa; il processo termina con spugnature di prodotti diluiti a contenuto alcalino. Per il profilo dei libri e per eliminare le macchie del fumo dai fogli vengono utilizzate apposite gomme e spugne chimiche.

libri-int

Trattamento tramite asciugatura

Questa procedura restituisce al bene una perfetta pulizia chimica, donando alla carta il giusto equilibrio igroscopico precedente al danno. Il risanamento tramite asciugatura si applica a quei beni per i quali è importante recuperare almeno la leggibilità: a seguito di questa procedura, la carta si presenta con il profilo ondulato tipico del bagnamento ma riesce a ottenere un aspetto in parte uguale a quello originario. In primo luogo si procede alla valutazione di quanto può essere recuperato e quanto invece è irrimediabilmente danneggiato; successivamente, i beni da trattare vengono distanziati di modo che il loro peso non danneggi i documenti. L’asciugatura è realizzata tramite l’insuflaggio di aria secca all’interno di involucri in polietilene, che vengono allestiti intorno ai beni cartacei per isolarli completamente. A seconda della quantità di documenti da trattare, il risanamento può essere realizzato anche in loco, accelerando i tempi d’intervento. Per questo motivo, a seguito di un danno, è opportuno conservare i documenti in locali asciutti e areati per evitare l’assorbimento di umidità e la conseguente deformazione fisica del bene. La permanenza prolungata in ambienti con alti valori d’umidità, inoltre, porterebbe con il tempo alla formazione di spore, al proliferare di muffe e al degrado irreversibile sia del tessuto cartaceo che degli inchiostri. per adotta tecnologie e procedure differenti in base al tipo di bene trattato, al danno subito, all’estensione e al tempo intercorso. Tutte le procedure messe in atto da per sono certificate dal Dipartimento di Chimica Organica dell’Università degli Studi di Pavia come metodologie idonee all’effettivo salvataggio e recupero di beni cartacei.

Trattamento tramite liofilizzazione

La liofilizzazione è un procedimento fisico che consente di asportare l’acqua da un corpo, dopo che la stessa è stata fatta ghiacciare, facendola evaporare in un ambiente in cui è stato creato il vuoto. Dopo essere stati congelati in un ambiente sottovuoto, i documenti vengono trasferiti all’interno di appositi macchinari in grado di raggiungere alte temperature: le particelle d’acqua lasciano la fibra cartacea, trasformandosi in vapore senza passare dallo stato liquido, e vengono assorbite dalla ventilazione interna dei macchinari. La sublimazione consente di evitare ulteriori danni ai documenti trattati perché rispetta la struttura della carta e di altri elementi (legature di pelle, pergamena, legno etc) ed inibisce la proliferazione di muffe.

bannerper3contorno